La Roma sfiora la vittoria con l’Inter di Conte e conferma il trand positivo, ottima prova dei giallorossi di Fonseca

Henrikh Mkhitaryan

Henrikh Mkhitaryan autore del vantaggio sul 2-1 all’Inter

ROMA – INTER

Pareggio dal sapore amaro quello ottenuto dalla Roma nello scontro di alta classifica contro l’Inter. Il 2 a 2 finale non soddisfa nessuna delle due squadre. L’Inter ottiene la matematica qualificazione in Champions ma perde l’occasione per poter accorciare le distanze dalla Juventus capolista (impegnata nel big match di giornata contro la Lazio ndr) e allo stesso modo non è utile alla classifica della Roma per tenere a debita distanza Napoli e Milan, ieri vittoriose e a soli 2 punti dai giallorossi. Parte bene la Roma e al 9′ ha un’ottima occasione con Mancini che si divora un gol a porta vuota dopo un intervento sbagliato del portiere nerazzurro Handanovic. Ma alla prima occasione l’Inter passa. Su calcio d’angolo, De Vrij salta indisturbato tra Ibanez e Kolarov e insacca per il momentaneo vantaggio ospite. I nerazzurri potrebbero colpire nuovamente approfittando dello sbandamento dei giallorossi, ma con il passare dei minuti la squadra di casa si riorganizza e allo scadere del primo tempo un’assist di Dzeko consente a Spinazzola di realizzare il suo primo gol in serie A, con De Vrij che nel tentativo di intercettare il tiro del difensore giallorosso manda il pallone in porta, ma la Lega ha attribuito il gol al giocatore giallorosso. L’arbitro Di Bello convalida la rete dopo il check al VAR, in quanto in avvio di azione c’era stato un presunto contatto falloso di Kolarov su Lautaro Martinez, giudicato regolare. Nel secondo tempo si vede da subito una Roma più carica dopo il gol realizzato allo scadere del primo tempo. Handanovic è bravo a salvare su un tentativo a rete di Veretout (gara nr. 100 in serie A per il centrocampista francese) su assist ancora di Dzeko. La risposta dell’Inter è di Lautaro Martinez che realizza un gol, prontamente annullato da Di Bello per fuorigioco dello stesso attaccante nerazzurro. Al 56′ ancora Dzeko scambia palla con Mkhitaryan e dopo una fortuita carambola, il pallone torna sui piedi del fantasista armeno che anticipa Dzeko e batte Handanovic per il 2 a 1. Immediata la reazione del tecnico nerazzurro Antonio Conte che effettua subito un triplice cambio. In campo vanno Lukaku, Biraghi ed Eriksen. La partita però prosegue senza particolari episodi rilevanti – da segnalare un problema muscolare per Ibanez sostitutito da Smalling – fino all’incredibile errore difensivo di Spinazzola che non colpisce il pallone ma bensì la gamba di Moses. Rigore netto per l’Inter realizzato da Lukaku. Nel finale occasione per l’Inter ma il risultato resta immutato. Prossimo impegno per i giallorossi mercoledì 22 luglio ore 21:45 sul campo di una Spal da ieri matematicamente retrocessa in serie B.

ROMA-INTER 2-2 (1-1)

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez (73′ Smalling), Kolarov; B.Peres, Veretout, Diawara (68′ Cristante), Spinazzola; Pellegrini (83′ Perotti), Mkhitaryan (83′ C.Perez); Dzeko. A disp.: Fuzato, Zappacosta, Cetin, Villar, Pastore, Under, Kluivert, Kalinic. All.: Fonseca.
INTER (3-5-2):Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (82′ D’Ambrosio); Candreva (66′ Moses), Gagliardini (69′ Eriksen), Barella, Young (66′ Biraghi); Brozovic; L.Martinez (66′ Lukaku), Sanchez. A disp.: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, B.Valero, Esposito, Agoumé. All.: Conte.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
MARCATORI: 15′ De Vrij (I), 45’+1′ Spinazzola (R), 57′ Mkhitaryan (R), 87′ su rig. Lukaku (I)
NOTE: Ammoniti: Pau Lopez (R); Barella (I). Recupero: 1′-4′.

 

#atlasorbis #atlasorbistv #direttaatlasorbis #ASRoma

Vincenzo Ruocco
..:: Atlasorbis – news quindicinale  16  Luglio 2020