Roma il IV anniversario del monumento ai caduti delle Forze dell’Ordine

“ Con il patrocinio della Camera dei Deputati, la Fanfara della Polizia di Stato accompagnerà la solenne cerimonia,”

  images

La cerimonia In pieno centro a Roma in piazza della Libertà, un nome che rievoca il sacrificio di chi ha difeso questo valore, è finalmente tutto pronto, anche alcuni componenti della Fanfara della Polizia di Stato per accompagnare con il “Silenzio”, l’inno nazionale ed altri brani a tema, la deposizione della I corona al monumento dedicato ai caduti delle Forze dell’Ordine.

Il 21 novembre alle ore 10,00 presso la centralissima Piazza della Libertà, verrà deposta la IV corona d’alloro alla presenza di autorità civili e militari per la ricorrenza del IV anniversario della realizzazione del monumento dedicato ai caduti delle Forze dell’Ordine.

Uno scenario commovente e straziante, quando l’associazione promotrice Argos negli anni passati, alla presenza di moltissimi cittadini e familiari delle vittime, hanno ricordato ai presenti, quante migliaia di colleghi hanno sacrificato la loro vita per la collettività. Una cerimonia molto sentita e partecipata anche da centinaia di passanti, cittadini e appartenenti alle Forze dell’Ordine in divisa e non. Tutti i reparti dei 5 Corpi di Polizia saranno schierati.

Nell’ambito di un sentimento comune, tale prolungato sforzo di comunione ha finalmente avuto il suo apice e tangibile segnale di pace e di speranza, iniziato nel lontano 2007 dal suo promotore, il direttore del periodico Atlasorbis Fabrizio Locurcio, con la richiesta di audizione dell’associazione Argos presso il Consiglio del municipio XVII.

Un’opera che ha regalato ai romani e a tutti i presenti, un momento aggregativo ed intenso, per tutti,  figli, coniugi, parenti ed amici dei caduti e delle Organizzazioni parallele che erano lì e stanno vicino ai familiari delle vittime. Un momento importante anche per “tanti cittadini protetti e salvati” dal sacrificio di questi uomini che per lo Stato, hanno perso la loro vita. La scultura in travertino di oltre 3 metri è stata realizzata dal maestro Bisanti, già noto per aver realizzato molte opere per le Forze dell’Ordine.

La statua, già benedetta nel 2014 dal Rettore della Basilica del Foro di Traiano Mons. Romano Matrone, che  ha definito: “Questa statua come un Grande Abbraccio di Dio e di tutti noi in memoria dei nostri Caduti, uomini e donne, padri e figli, genitori e colleghi che hanno reso il loro sacrificium, ossia sacer-facere, reso sacro per il loro prossimo”. Presente il direttivo dell’associazione Argos la Presidente Prof. Franca Brusa, Cav. Gianluca Guerrisi, Cav. Ugo Scialdone, Cav. Fausto Zilli ed i sostenitori del monumento tra i quali REM di Umberto Iandolo e Mauro Pratesi.

camera logo

 

 

 

 

fanfara

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa Atlasorbis/ Argos

16/11/2018