LA NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

Esami-maturita-2019

Ci siamo, ecco le ultime settimane di scuola tra interrogazioni e tesine da preparare, calcoli dei voti e finalmente l’ammissione. E poi la famosa “notte prima degli esami”. Ogni anno migliaia di ragazzi vivono la stessa notte, fatta di pensieri, adrenalina, agitazione. Una notte da vivere e condividere, fatta di emozioni e sensazioni. Quasi per tutti significa guardarsi indietro e rivederequei giorni che sembrano non passare mai, scorrere davanti uno dopo l’altro come in un film, tra risate e incomprensioni, compiti in classe, interrogazioni di fisica e matematica e pochissima voglia di studiare. Ritorna in mente la disposizione dei banchi del primo giorno di scuola, la faccia dei professori difronte alle improbabili risposte nel vago tentativo di strappare una sufficienza, le battute dei compagni simpatici e la pesantezza di quelli più antipatici. Il tanto atteso suono della campanella, le pausa ricreazione tra i corridoi, il compito più bello e quello peggiore che ti ha regalato il più brutto voto della tua storia scolastica. Ricordi i giorni passati a immaginare il dopo, con la voglia e la fretta di scoprire e vivere qualcosa di nuovo. Giorni trascorsi a ridere di tutto e di niente, nella leggerezza di un tempo che di certo ricorderai sempre con un sorriso sulle labbra. Tutto sembrava così lontano e invece è arrivato così incredibilmente in fretta. Entusiasmo, curiosità, voglia di novità ed un pizzico di dispiacere. Cinque anni vissuti in una notte. Tante le domande: quale sarà la traccia del compito di italiano? E quali le domande della commissione? E poi? eami matuita pisegnaL’Università o il lavoro da cercare? E chi parte degli amici? E chi rimane? Eh sì, davvero strana la notte prima degli esami, all’improvviso ti rendi conto che il tempo che è passato non tornerà più e ti chiedi quale sarà la cosa che più ti mancherà e quella che non rimpiangerai mai di aver lasciato. Come cambiano le prospettive quando si è vicini ad un percorso. E’ la notte di un periodo della vita che finisce e di uno che inizia. E’ la notte dei pensieri, di un tempo unico, o più semplicemente LA NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI, per tutti. Un grandissimo in bocca al lupo a tutti i ragazzi che quest’anno vivranno la loro.

di Valentino Pisegna

01/07/2019