La cultura scende in campo a Villafranca di Verona!

“Sono fiducioso che la gente voglia premiare la coerenza di Fratelli d’Italia, scegliendo però persone nuove che diano un segnale di rinnovamento”!

Renato Caputo 10

Passiamo dalle parola ai fatti a Villafranca di Verona con la presentazione del dr Renato Caputo alle prossime elezioni nella provincia di Verona, in uno dei comuni più grandi della provincia. Da qualche anno abbiamo assistito ad uno sbandieramento di competenze e titoli, poi smentite dai giornali e dagli stessi Istituti universitari, circostanze che dimostrano come “il nuovo” vorrebbe sembrare più preparato della vecchia classe dirigente! Le esperienze del dr Caputo sono tutte documentate e vissute in prima linea con tanti sacrifici, gli stessi che vengono richiesti all’intellighenzia di chi vuole fare veramente la differenza! Negli anni della lotta alla casta di circa un decennio fa vigeva il principio “chiunque sarà meglio di loro”; con l’emorragia della c.d. “fuga dei cervelli” c’è stato un cambio di rotta ossia “Vorrei che mi rappresentasse uno di noi, purché sia competente”! E questo è stato recepito nella scelta delle nuove candidature che FDI si sta accingendo a fare, la cultura come pernio della società!

Parla il candidato di FDI: “Come ha più volte detto Giorgia Meloni, questo è il tempo delle scelte”

Attualmente lei è il Vice Presidente del Consorzio Universitario per gli Studi Superiori e le Ricerche Applicate Studiorum. Come spiega la sua scelta di candidarsi alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno 2018, in Veneto, nella città di Villafranca di Verona?

La risposta alla sua domanda è molto semplice: Come ha più volte detto la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, questo è il tempo delle scelte, ed io ho ritenuto doveroso mettere a disposizione del territorio villafranchese le esperienze che ho maturato sia nel contesto internazionale sia in quello nazionale. Oggi viviamo in un mondo che sta diventando sempre più “piccolo”. Gli sviluppi dei trasporti e delle tecnologie di comunicazione ci hanno avvicinato gli uni agli altri, connettendoci sempre di più, e la globalizzazione ci fa interdipendenti. Non solo…Di fronte alle minacce asimmetriche del nostro tempo è indispensabile cogliere le grandi sfide, trasformando i rischi in occasioni di crescita.

Partendo da questa idea,lo scorso anno, abbiamo raccolto attorno un tavolo Università ed Enti di Formazione Italiani, messicani e spagnoli ed abbiamo costituito il Consorzio Studiorum di cui mi onoro essere attualmente il Vice Presidente.

Nel corso degli anni, sono stato attivamente coinvolto nell’attività di pacificazione e ricostruzione post-conflittuale in numerose aree del Mondo. Alcuni dei luoghi dove ho operato professionalmente per periodi significativi sono: Albania, Eritrea, Kosovo ed Iraq. Nella XIV legislatura ho fatto parte dell’Ufficio di Gabinetto del Ministro della Difesa,occupandomi di Accordi bilaterali e multilaterali.

Da giugno 2014 a luglio 2017 ho lavorato, come Funzionario dello Stato con accreditamento diplomatico, in Uzbekistan.

Rispetto alle minacce attuali, il rapporto tra il mondo accademico, gli Enti locali le Forze di Polizia sia nazionali sia territoriali si dimostra fondamentale anche per agire in modo efficace nelle necessarie azioni di contrasto, perché ricerca e innovazione contribuiscano a rafforzare una comune e qualificata cultura della sicurezza.

Nella mia “vision”, le amministrazioni territoriali rappresentano il cuore pulsante di questo Paese, a condizione che svolgano fino in fondo il proprio ruolo, ossia dando la giusta attenzione alle esigenze dei cittadini.

Villafranca di Verona è la storica sede del 3° Stormo dell’Aeronautica Militare. Se dovesse essere eletto, come immagina i rapporti tra l’Amministrazione e questa importante realtà della Difesa.

Il territorio di Villafranca ospita la sede del 3° Stormo che rappresenta una realtà di eccellenza dell’Aeronautica Militare. Un Reparto che ha ricoperto un ruolo chiave sia in ambito internazionale, nell’ambito delle cosiddette missioni di Supporto alla Pace, sia nel territorio nazionale, inviando propri uomini e mezzi per dare assistenza alla popolazione colpita da alcune delle più gravi calamità naturali. Da futuro amministratore della città mi piace pensare che la sinergia tra l’Amministrazione comunale e questa splendida realtà del nostro territorio possa essere ulteriormente intensificata.

Per la Sicurezza, cosa pensa debba fare la nuova Giunta?

Il programma del candidato Sindaco Roberto Dall’Oca è chiaro in proposito. Occorre senza dubbio dare attenzione alle problematiche della sicurezza. Sarà importante incentivare la sinergia con tutti i soggetti interessati come Polizia Locale e Forze dell’Ordine, potenziare il sistema delle video telecamere di sorveglianza. Saremo particolarmente attenti a promuovere i progetti, in collaborazione con le scuole e le forze dell’ordine, che si prefiggono la diffusione nei giovani della cultura della legalità, del rispetto per il patrimonio pubblico e della proprietà privata. Proseguiremo l’iter per la costruzione della nuova caserma dei vigili del fuoco e l’acquisizione dell’area per la nuova caserma dei carabinieri in zona Collodi. Un impegno importante verrà riservato per la sicurezza stradale con la riasfaltatura delle strade nei cinque anni di amministrazione.  http://www.lavillafrancachevorrei.it

 F. Locurcio

16/05/2018

Renato Caputo e Ciro MaschioIl dott. Caputo con l’On. Ciro Maschio (Deputato FDI)

 

 

 

 

 

Caputo con il candidato sindaco Roberto Dall’Oca a sx    Foto Caputo e Dall'Oca