Doppio Veretout e la Roma vince anche con la Fiorentina, UEFA Europa League sempre più vicina e allungo sui rossoneri

Roma - Fiorentina

Roma – Fiorentina. Serie A 36° giornata di campionato del 26 luglio 2020, doppietta di Jordan Veretout

ROMA – FIORENTINA

La Roma conquista tre punti importantissimi contro una buona Fiorentina che le permettono di avvicinarsi all’obiettivo di conquistare la qualificazione diretta ai gironi di Europa League, consolidando il quinto posto in classifica. La squadra giallorossa è scesa in campo per la prima volta con la nuova maglia cosiddetta  “ghiacciolo” concepita dalla Nike, che verrà ufficialmente utilizzata nella prossima stagione, ultima con lo sponsor americano. Partita che inizia con le squadre piuttosto bloccate; la Roma prova a fare la partita con un continuo possesso di palla ma la difesa viola riesce a chiudere tutti gli spazi. Al 17’ punizione per la Roma dal limite dell’area viola, ma la conclusione di Kolarov viene deviata in angolo dalla barriera. Un minuto
dopo ci prova anche Diawara ma il suo tiro viene accompagnato fuori dal portiere viola Terracciano, anche quest’oggi tra i pali vista l’assenza del titolare Dragowski. Ci prova anche la Fiorentina ad impensierire la retroguardia giallorossa, ma Pau Lopez non effettua mai interventi degni di nota. Al 30′ altra conclusione giallorossa, con Pellegrini che lascia partire un destro da posizione centrale, ma Terracciano respinge. E ancora il centrocampista della Roma calcia una punizione al 35’, respinta dalla barriera. Spingono sempre i padroni di casa, specialmente dal lato sinistro del campo, con Spinazzola che viene cercato spesso dai compagni per creare superiorità numerica in situazioni offensive. Altra occasione per la Roma al 42’ quando Pellegrini crossa una palla morbida sul secondo palo, Dzeko di testa fa la sponda al centro per la conclusione di Mancini che finisce alta sopra la traversa. Allo scadere dei primi 45’ minuti regolamentari il
risultato cambia. L’ex di turno, Jordan Veretout realizza un calcio di rigore concesso dall’arbitro Chiffi dopo un intervento scoordinato di Lirola su Bruno Peres. Roma in vantaggio con il centrocampista francese della Roma che spiazza Terracciano. In pieno recupero occasione per la Fiorentina. Punizione dai 30 metri calciata da Pulgar. La palla finisce sul secondo palo dove il piattone del capitano viola German Pezzella sbatte sul palo alla destra di Pau Lopez. Nell’ultimo minuto di recupero dei tre concessi viene ammonito Ghezzal per aver trattenuto la maglia a Dzeko. Sulla punizione concessa Kolarov calcia la palla al centro dell’area viola e Mancini di testa trafigge Terracciano, ma la rete è annullata per fuorigioco. Al ritorno in campo delle squadre nel secondo tempo, dopo qualche minuto la Roma va a un passo dal raddoppio con Mkhitaryan che si inserisce sulla sinistra e sfrutta un’assist di Spinazzola; il suo morbido pallonetto scavalca il portiere viola ma non trova di un soffio lo specchio della porta. A conferma della dura legge del gol – gol mancato gol subito – arriva al 54’ il pareggio ospite da calcio d’angolo. Milenkovic salta più in alto di Diawara e Mancini e di testa pareggia i conti. Tutto da rifare per la Roma che dopo pochi minuti perde per un brutto colpo al viso Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista romano in uno scontro con Milenkovic ha la peggio, e rimane a terra sanguinante. Al suo posto entra Nicolò Zaniolo e con lui una ventata di freschezza per la squadra. Infatti è ancora dei giallorossi l’occasione per portarsi in vantaggio. È di Mkhitaryan la conclusione velenosa che però si stampa sul palo alla sinistra di Terracciano. Quest’ultimo salva ancora i suoi, su una potente conclusione centrale di Zaniolo, deviando la palla sopra la traversa. Al 73’ altra punizione stavolta calciata da Veretout con palla alta. Ci prova anche Dzeko con un colpo di testa su calcio d’angolo, ma il suo tentativo va al lato. Lo stesso attaccante bosniaco ci riprova al 83’ e il suo sinistro sfiora di poco il palo destro della porta avversaria. Ancora due minuti e nel giro di pochi attimi arriva l’episodio che cambia la partita. L’ottimo Spinazzola serve Kolarov e la conclusione mancina di quest’ultimo impatta sul palo, ci prova Dzeko ma il suo tiro è respinto, alimenta l’azione il neo entrato Carles Perez ma
Terracciano nega il gol. Sulla sua respinta accorre Dzeko che prova il tap in vincente, ma l’intervento del portiere viola viene giudicato falloso dal direttore di gara che assegna il secondo calcio di rigore, confermato poi dal Var. Sul dischetto si presenta ancora Veretout che batte il suo ex compagno di squadra rimasto immobile sul tiro del francese. La Roma resiste fino all’ultimo e dopo sei minuti di recupero l’arbitro Chiffi decreta la fine della partita. Finale acceso con le polemiche dei viola per il secondo rigore concesso alla Roma. I capitolini hanno sicuramente dimostrato un gran carattere, cercando in più occasioni di chiudere la partita e comunque offrendo interessanti spunti di gioco. Di contro la Fiorentina, che non aveva particolari motivazioni in questa sfida, ha recriminato moltissimo sulla concessione del rigore che ha poi deciso la gara. Prossimo impegno per la Roma, sarà il primo delle due trasferte piemontesi. Mercoledì 29 luglio alle 21,45 infatti affronterà un Torino ormai salvo.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Diawara (77′ Cristante), Veretout,
Spinazzola; Pellegrini (60′ Zaniolo), Mkhitaryan (82′ Perez); Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca
FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa (82′ Venuti), Ghezzal, Pulgar,
Duncan, Lirola; Kouame (45′ Cutrone), Ribery (45′ Vlhaovic). Allenatore: Giuseppe Iachini
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 45′, 87′ Veretout, 54′ Milenkovic
Ammoniti: Pezzella, Caceres, Ghezzal, Iachini (F), Mancini (R)

 

#atlasorbis #atlasorbistv #direttaatlasorbis #ASRoma

Vincenzo Ruocco

 

 

 

 

 

 

Vincenzo Ruocco
..:: Atlasorbis – news quindicinale  16  Luglio 2020